Proiettore diascopico con trottola a dischi di vetro


“J & A Duboscq à Paris”, 1880 ca., Legno, ferro, ottone, vetro

 

Si tratta di un proiettore diascopico acquistato dal prof. Francesco Rossetti e destinato alla proiezione di oggetti posti su di un piano orizzontale. È formato da una colonna in ottonae tre piedi che regge un cilindro metallico dotato di un’apertura laterale all’interno dellaquale si trova uno specchio posto a 45°, che rifletteva la luce di una lampada direttamente sul porta oggetti. Su quest’ultimo venivano posizionati gli oggetti da proiettare. Sulla sommità del cilindro si trova un prisma regolabile, mediante il quale l’immagine veniva proiettata sullo schermo.

Rossetti ha acquistato insieme al proiettore uno degli accessori previsti per questo tipo di oggetto, ovvero una specie di trottola con una serie di dischi colorati. La trottola è composta da un disco di ottone e vetro con un piccolo perno e da un disco simile ma con un perno più grande. Quattro dischi di vetro con dei settori colorati (rosso e grigio, verde e grigio, rosso giallo e blu, bianco) venivano posizionati tra i due dischi maggiori. Tirando velocemente lo spago il disco colorato iniziava a girare, formando delle linee continue di colori e creando degli effetti ottici molto belli che venivano proiettati sulla parete.